Biblioteca della fertilità – Embryolab IT

Biblioteca della fertilità

A

ABORTO SPONTANEO

La cessazione automatica della gravidanza prima che l’embrione completi il proprio sviluppo endometriale, affinché sia vitale. Di solito accade prima del termine della dodicesima settimana di gravidanza.

AMENORREA

L'assenza di periodo mestruale per più di 6 mesi.

ANEUPLOIDIA

Numero anormale di cromosomi.

ANOVULAZIONE

Assenza di ovulazione.

ANTICORPI ANTISPERMATICI

Anticorpi che impediscono allo sperma di risalire il tratto genitale della donna e quindi il concepimento.

ASPORTAZIONE DI FIBROMA

La rimozione chirurgica del fibroma.

AZOOSPERMIA

Liquido seminale in cui non sono presenti spermatozoi, perché i testicoli non producono spermatozoi, o perché il percorso che segue il liquido seminale è occluso.

B

BIOPSIA DELL’ENDOMETRIO

Intervento chirurgico durante il quale viene prelevato un piccolo campione di endometrio. Viene utilizzato per l'esame istologico microscopico.

BIOPSIA TESTICOLARE

Intervento chirurgico in cui viene prelevato un piccolo campione di tessuto testicolare. È utilizzato per l'esame microscopico in cui viene valutato se esistono spermatozoi nel tessuto in questione, in modo che sia possibile il loro impiego nel trattamento di assistenza alla procreazione.

BLASTOCISTI

Stadio dello sviluppo embrionale che si verifica circa 5 giorni dopo la fecondazione e in cui l'embrione consiste di due diversi tipi di cellule (quelle che creeranno la placenta e quelle che creeranno l’embrione) e una cavità centrale.

C

CARIOTIPO

Descrizione del numero e del tipo di cromosomi nel materiale genetico di un organismo.

CICLO MESTRUALE

La serie di cambiamenti che si verificano ogni mese nell'utero e in altri organi genitali femminili e che dura in media 28 giorni. Viene misurato da un periodo mestruale a quello successivo.

CICLO NATURALE

Un ciclo di fecondazione in vitro in cui non vengono somministrati farmaci per stimolare la produzione di ovociti.

CISTI OVARICA

Una cisti piena di liquido all’interno dell'ovaia. Di solito non sono correlate a una patologia e scompaiono da sole. Tali cisti possono formarsi durante la maturazione del follicolo che, tuttavia, non si rompe e non rilascia l'ovulo.

CLOMIFENE CITRATO

Ormone sintetico che agisce sull'ipotalamo e sull'ipofisi e stimola l'ovulazione.

COLLO DELL’UTERO

L’apertura inferiore dell’utero.

CONCEPIMENTO

La fecondazione di un ovulo da parte di uno spermatozoo che porta alla nascita di un bambino.

CORPO LUTEO

Una vescica che si forma dal follicolo dopo il rilascio dell'ovulo. Una volta formato, produce estrogeni e progesterone per preparare l’endometrio a ricevere l’embrione.

CRIOCONSERVAZIONE DI EMBRIONI

L'applicazione della FIV può portare alla creazione di molti embrioni. L'eccesso di questi embrioni viene congelato e conservato in una banca di embrioni per essere riutilizzati in caso di un eventuale fallimento.

CRIOCONSERVAZIONE

Il processo mediante il quale i tessuti o le cellule vengono congelati e quindi conservati a basse temperature. Usata per la conservazione di liquido seminale e di embrioni; sono conservate in fiale che possono essere conservate per decenni.

D

DIAGNOSI PREIMPIANTO

Esame genetico di un embrione nel corso della fecondazione in vitro per valutarne il materiale genetico prima del trasferimento nell'utero.

DONAZIONE DI LIQUIDO SEMINALE

Un campione di liquido seminale donato per l'uso nelle tecniche di procreazione assistita.

DONAZIONE DI OVOCITI

Ovuli di una donna fertile che vengono donati a una donna non fertile.

E

ECOGRAFIA

L’ecografia che viene eseguita per via vaginale. È il test fondamentale per valutare lo sviluppo dei follicoli e per eseguire il prelievo degli ovociti.

ECOGRAFIA

L'uso di onde sonore ad alta frequenza che si riflettono sui tessuti solidi e dà l'immagine degli organi interni. È usata per valutare la crescita follicolare e per monitorare la gravidanza.

EMBRIONE

Un ovocita fecondato impiantato nell'utero.

ENDOMETRIOMA

Cisti dell'ovaia che è piena di sangue. Si manifesta con l’endometriosi. Viene anche usato il termine cisti endometriosica.

ENDOMETRIOSI

Condizione cronica in cui endometrio fisiologico appare al di fuori della cavità uterina, più spesso nella regione pelvica, anche nelle ovaie. L'endometriosi è spesso associata a problemi di fertilità femminile, sebbene non sia chiaro se sia un fattore eziologico dell'infertilità.

EPIDIDIMO

Un organo annesso ai testicoli e in cui viene immagazzinato il liquido seminale prima dell'eiaculazione.

ESTRADIOLO

L'estrogeno naturale più potente prodotto dalle ovaie e rilasciato durante l'ovulazione. Aiuta a sviluppare il follicolo e l'endometrio.

ESTRADIOLO – ESAME

Esame del sangue per valutare i livelli di estradiolo. Viene utilizzato, insieme all’ecografia, per valutare come reagiscono le ovaie alla stimolazione.

ESTROGENI

I principali ormoni femminili che attivano la crescita e la maturazione degli organi riproduttivi femminili. Durante la prima metà del ciclo mestruale, stimolano la parete uterina per ottenerne una ricca perfusione.

F

FARMACI PER LA FERTILITÀ

Gruppo di medicinali somministrati alle donne per migliorarne la fertilità.

FASE - SVILUPPO FOLLICOLARE

La parte del ciclo femminile che precede l'ovulazione durante la quale il follicolo matura e alti livelli di estrogeni causano l’aumento dell'endometrio.

FASE LUTEINICA

La seconda metà del ciclo mestruale dopo il rilascio dell'ovulo e fino alle mestruazioni.

FECONDAZIONE IN VITRO/ARTIFICIALE

Il termine si riferisce alla fecondazione che si verifica al di fuori del corpo umano. La tecnica prevede la stimolazione ovarica, il prelievo di ovociti, la fecondazione degli ovociti, la coltura dell'embrione in laboratorio e l'impianto dell’embrione nell'utero affinché si sviluppi normalmente.

FECONDAZIONE

L’ingresso dello spermatozoo nell’ovulo.

FIBROMA

Tumore benigno dell'utero, spesso riscontrato nelle donne in età riproduttiva. Le dimensioni, il numero e la posizione dei fibromi sono molto vari.

FIMBRIE

Proiezioni della tuba vicino all'ovaio. Quando sono eccitate durante l'ovulazione, ricevono l'ovulo e lo portano nella tuba.

FOLLICOLO

Piccola vescicola nell'ovaio all'interno della quale si sviluppa l'ovocita.

G

GAMETE

Termine che indica per lo spermatozoo maschile o l'ovocita femminile.

GONADI

Termine neutro usato per i testicoli o le ovaie.

GONADOTROPINA CORIONICA – ESAME

Un esame del sangue usato per diagnosticare la gravidanza e lo sviluppo dell’embrione.

GONADOTROPINA CORIONICA

Ormone prodotto dalla placenta all'inizio della gravidanza. Mantiene il corpo luteo affinché produca progesterone.

GONADOTROPINE

Ormoni secreti dall'ipofisi che stimolano le ovaie nelle donne e i testicoli negli uomini.

GRAVIDANZA ECTOPICA

Una condizione in cui l’embrione si impianta all'esterno dell'utero, di solito nelle tube di Falloppio o, più raramente, nell'ovaio o persino nella cavità addominale. Se tale gravidanza continua, può portare alla rottura della tuba di Falloppio e a emorragie potenzialmente letali. Tale gravidanza non può essere mantenuta e può portare a lesioni delle tube di Falloppio. Viene anche chiamata gravidanza extrauterina.

GRAVIDANZA MULTIPLA

Gravidanza in cui si sviluppano due o più embrioni.

Η

HATCHING ASSISTITO

Rottura meccanica, chimica o con laser della capsula che circonda l'embrione, per facilitarne l'impianto nell'utero.

Ι

IMPIANTO

La procedura in cui l'ovocita fecondato, dopo essere entrato nella cavità uterina, entra in contatto con l'endometrio e poi con i vasi uterini.

INFERTILITÀ

L'incapacità di raggiungere una gravidanza dopo almeno un anno di rapporti sessuali non protetti.

INFERTILITÀ INSPIEGABILE

Infertilità in cui non si riscontrano fattori eziologici dopo il test a cui è sottoposta una coppia subfertile.

INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

L'iniezione di liquido seminale nell'utero, a seguito di un apposito trattamento in laboratorio.

INSEMINAZIONE INTRAUTERINA

Tecnica di procreazione assistita in cui un campione di liquido seminale elaborato in laboratorio viene depositato nella cavità uterina, evitando la cervice uterina e permettendo così agli spermatozoi di entrare più facilmente nelle tube di Falloppio dove normalmente avviene la fecondazione.

INSUFFICIENZA OVARICA

Una condizione in cui si registra una perdita della funzione ovarica per cui il ciclo della donna si arresta, i livelli di estrogeni diminuiscono e aumentano i livelli di FSH.

IPOFISI

Parte del cervello in cui vengono prodotti molti ormoni coinvolti nel sistema riproduttivo.

IPOTALAMO

Parte del cervello in cui vengono prodotti molti ormoni coinvolti nel sistema riproduttivo.

ISTERECTOMIA

Intervento chirurgico che comporta l’asportazione dell'utero e spesso del collo dell’utero, ma non necessariamente delle ovaie e delle tube di Falloppio.

ISTEROSALPINGOGRAFIA

Esame delle tube di Falloppio mediante iniezione di fluido di contrasto attraverso l'utero e successivamente radiografia pelvica. Utilizzata per eseguire un controllo delle anomalie uterine o dell'occlusione nelle tube di Falloppio.

ISTEROSCOPIA

Intervento chirurgico durante il quale viene eseguito un controllo dell'interno dell'utero per eventuali anomalie. È usata per scopi diagnostici e terapeutici.

J

Non esistono voci

Κ

Non esistono voci

L

LAPAROSCOPIA

Intervento chirurgico in cui uno speciale strumento endoscopico, chiamato laparoscopio, penetra in una piccola incisione della parete addominale nell'addome per controllarne l'interno e gli organi riproduttivi.

Μ

MADRE SURROGATA

Un tipo di sostituzione in cui una madre sostituta, accetta l'embrione di un'altra coppia, lo ha in gestazione e restituisce il neonato dopo la nascita.

MALATTIA CONGENITA

Una patologia che è presente alla nascita ed è dovuta a fattori ereditari o ambientali.

MALATTIA INFIAMMATORIA PELVICA

Termine generale usato per descrivere i disturbi infiammatori dell'utero, delle tube di Falloppio e delle ovaie.

MUCO CERVICALE

Escrezioni normalmente presenti nelle cripte cervicali. La quantità e composizione cambia dopo l'ovulazione per facilitare l'ingresso del liquido seminale.

Ν

Non esistono voci

Ο

OLIGOMENORREA

Alterazione del ciclo durante il quale le mestruazioni si verificano ad intervalli di oltre 35 giorni. Di solito è causata da disturbi nei livelli degli ormoni prodotti dalle ovaie.

OLIGOSPERMIA-ASTENOSPERMIA-TERATOZOOSPERMIA

Rispettivamente il numero ridotto, la motilità ridotta e la morfologia anormale degli spermatozoi.

ORMONE

Una sostanza chimica che trasporta un segnale da un punto all'altro del corpo.

ORMONE FOLLICOLOSTIMOLANTE – FSH

L'ormone riproduttivo che nella donna stimola lo sviluppo follicolare e la produzione di ovuli e nell'uomo stimola la produzione di liquido seminale.

ORMONE LUTEINIZZANTE -LH

L’Ormone riproduttivo secreto dalla ghiandola pituitaria e stimola le ovaie e i testicoli.

OVAIO POLICISTICO – SINDROME

Condizione metabolica associata a disturbi del ciclo mestruale e delle ovaie. Può presentare aumento della crescita dei capelli, obesità e altri disturbi ormonali.

OVARIO

Organo riproduttivo femminile che produce ovociti e ormoni.

OVULAZIONE

La rottura del follicolo e il rilascio di un ovocita.

OVULO – OVOCITA

La cellula germinale della donna.

P

PAP TEST

Esame microscopico di cellule del collo dell’utero per la diagnosi precoce di condizioni cancerose o precancerose dello stesso.

PERVIETÀ DELLE TUBE DI FALLOPPIO

La possibilità della tuba di consentire il passaggio di ovuli fecondati e il loro passaggio nell'utero.

PIOSPERMIA

Elevato numero di globuli bianchi nel liquido seminale.

PRELIEVO DEGLI OVOCITI

Procedura con cui gli ovociti vengono prelevati dai follicoli con l’aiuto di un'ecografia transvaginale, per poi utilizzarli per la fecondazione in vitro.

PRELIEVO DI OVOCITI

Procedura in cui gli ovuli da utilizzare per la fecondazione in vitro, vengono prelevati dai follicoli con l’ausilio di un'ecografia transvaginale.

PROGESTERONE

Ormone ovarico molto importante che viene normalmente secreto dopo l'ovulazione e durante la gravidanza. Stimola la crescita dell'endometrio in modo che possa accogliere l'ovulo fecondato.

PROLATTINA

Ormone ipofisario che stimola la produzione di latte nelle madri che allattano. È presente a bassi livelli nelle donne non gravide.

PROSTATA

Ghiandola che circonda l'uretra, si trova sotto la vescica e di fronte al retto negli uomini. Produce circa 1/3 del liquido durante l'eiaculazione.

Q

Non esistono voci

R

Non esistono voci

S

SALPINGECTOMIA

L’asportazione chirurgica della tuba di Falloppio. Di solito, accade quando la tuba di Falloppio è infettata da gravidanza ectopica, o la causa può essere l'infiammazione cronica e la presenza di idrosalpinge.

SALPINGITE

L'infiammazione delle tube di Falloppio.

SINDROME DA IPERSTIMOLAZIONE OVARICA

Complicazione che può essere causata dalla stimolazione farmacologica delle ovaie. È caratterizzata da un aumento delle dimensioni delle ovaie e concentrazione di liquido nell'addome. Raramente possono insorgere difficoltà respiratorie. La sindrome da iperstimolazione ovarica si distingue per un'ampia gamma di gravità durante la sua manifestazione clinica.

SINFISI

Formazioni fibrose nelle tube di Falloppio o nell'utero che causano infertilità ostacolando l’incontro di ovulo-spermatozoo o l'impianto dell'ovulo fecondato.

SPERMATOZOO

La cellula che trasporta il materiale genetico maschile nell'ovulo femminile.

SPERMIOGRAMMA

Dettagliato esame microscopico del liquido seminale per determinare il numero di spermatozoi, la loro motilità e morfologia.

STERILITÀ

Completa incapacità di raggiungere la gravidanza con rapporti sessuali non protetti.

STIMOLAZIONE OVARICA

Trattamento farmacologico che innesca lo sviluppo di uno o più follicoli contemporaneamente dalle ovaie.

T

TECNOLOGIA PER LA PROCREAZIONE

ASSISTITA Complesso di approcci terapeutici utilizzati per migliorare la fertilità.

TESTICOLI

Ghiandole maschili situate nello scroto, che producono liquido seminale. Sono responsabili della produzione dell'ormone maschile testosterone.

TESTOSTERONE

Principale ormone maschile responsabile delle caratteristiche secondarie del sesso e della libido. È anche essenziale per la produzione del liquido seminale.

TRASFERIMENTO DEGLI EMBRIONI

Trasferimento di embrioni nell'utero o nelle tube di Falloppio dopo la fecondazione in vitro.

TRASFERIMENTO DEI GAMETI ALL'INTERNO DELLE TUBE DI FALLOPPIO

Tecnica con cui l'ovulo e lo spermatozoo vengono riuniti in un catetere e posti nella tuba per la fecondazione.

TRASFERIMENTO DELLA BLASTOCISTI

Dopo la fecondazione in vitro, l'ovulo fecondato raggiunge lo stadio di blastocisti e viene quindi trasferito nell'utero.

TRASFERIMENTO DI LIQUIDO SEMINALE ALL’INTERNO DELL’OVOCITA

Tecnica che si svolge in un laboratorio in cui uno spermatozoo viene introdotto in un ovulo per la fecondazione.

TRASFERIMENTO DI ZIGOTI ALL'INTERNO DELLE TUBE DI FALLOPPIO

Tecnica con cui un ovulo fecondato che non si è ancora diviso è collocato nella tuba di Falloppio.

TUBE – OVIDUTTI

Dotti che collegano le ovaie e l’utero. Attraverso le tube di Falloppio l'ovulo viene trasferito dalle ovaie all'utero. È il punto in cui avviene la fecondazione dell’ovulo e dello spermatozoo.

U

UTERO

L'organo del sistema riproduttivo della donna in cui si sviluppa l'embrione.

V

VARICOCELE

Dilatazione dei vasi nei testicoli che porta ad un aumento della temperatura e impedisce la corretta perfusione dell'area.

VESCICOLE SEMINALI

Una coppia di ghiandole del sistema riproduttivo maschile alla base della vescica. Producono una parte del liquido seminale.

W

Non esistono voci

Χ

Non esistono voci

Y

Non esistono voci

Z

ZIGOTE

L'ovulo fecondato con due pronuclei evidenti. Il primo giorno di sviluppo dell’embrione.