Embryolab Κέντρο Εξωσωματικής Γονιμοποίησης

Protocolli personalizzati


A Embryolab sappiamo che il trattamento dell'infertilità richiede un approccio personalizzato. È importante che, per ogni coppia che affronta un problema di fertilità, vengano fatti test diagnostici appropriati e vengano selezionati trattamenti e metodi personalizzati per affrontare l'infertilità.

Applichiamo la medicina della riproduzione in forma personalizzata e adattiamo l'innovazione a ogni caso, in modo da trarne i maggiori benefici.

Per affrontare l'infertilità è necessario un approccio personalizzato

Il desiderio di gravidanza dopo i 40


Attribuiamo grande importanza al controllo sanitario preventivo nel caso di una gravidanza dopo i 40 anni, con particolare attenzione all’esame mammografico, alla valutazione ematologica e cardiovascolare della donna prima di iniziare il trattamento dell'infertilità.

Presentiamo una descrizione dettagliata delle opzioni nei protocolli di trattamento, sulla base delle possibilità di successo e del tipo di trattamento.

A causa della maggiore difficoltà in caso di gravidanza gemellare sopra i 40 anni, offriamo la scelta di trasferire un solo embrione allo stadio di blastocisti, con la possibilità di crioconservazione degli altri embrioni per un uso futuro.

  • 1a fase

    diagnosi
  • 2a fase

    preparazione per il trattamento - somministrazione di integratori e vitamine
  • 3a fase

    prelievo di embrioni in cicli successivi - crioconservazione degli embrioni
  • 4a fase

    consulenza
  • 5a fase

    previsione della fertilità

Riserva ovarica ridotta


Mediante l’utilizzo di strumenti diagnostici moderni (esami ematologici/ecografici) individuiamo le donne con una riserva ovarica ridotta, a causa dell'età o dell'endometriosi, o spesso per ragioni sconosciute.

Diamo molta importanza alla preparazione del trattamento, somministrando integratori e vitamine, al fine di migliorare sia la quantità sia la qualità degli ovociti.

Facciamo affidamento sulla grande efficienza del programma di crioconservazione del nostro laboratorio, che consente la raccolta di ovociti da cicli successivi in modo da creare un numero totale di embrioni soddisfacente, prima di procedere alla loro selezione per il trasferimento.

Ci concentriamo sulla consulenza in materia di previsione della fertilità, per ciascun caso separatamente.

Scegliamo con particolare attenzione il ciclo in cui si svolgerà il trattamento, perché ogni ciclo ha una diversa probabilità di dare ovociti dopo il trattamento.

Programma di donazione di ovociti


Forniamo informazioni e consulenza complete sul programma di donazione di gameti, sia a potenziali donatrici sia alle destinatarie interessate.

Assicuriamo il supporto psicologico necessario alle parti interessate, con la presenza di uno psicologo esperto specializzato in problemi di infertilità.

Esaminiamo in modo approfondito le potenziali donatrici di ovociti, concentrandoci sulla loro anamnesi medica, eseguendo verifiche per le malattie ereditarie e l’anamnesi familiare. Eseguiamo esame del cariotipo. Ogni potenziale donatrice viene preliminarmente sottoposta a una valutazione psicometrica per escludere la predisposizione a disturbi psicologici.

Abbiamo una vasta esperienza nel programma di donazione di ovociti, con rispetto e sensibilità all'approccio di donatrici e riceventi e con tassi di natalità particolarmente elevati.

Trattamenti senza iperstimolazione, meno gravidanze multiple

Cerchiamo di prolungare la coltura degli embrioni fino alla fase più dinamica della blastocisti, al fine di ridurre la necessità di impiantare più embrioni.

Controlliamo la riserva ovarica con i più moderni esami ormonali (ormone antimulleriano), nonché con una valutazione ecografica specializzata (la conta dei follicoli antrali - antral follicle count).

Accresciamo la probabilità di gravidanza posponendo il trasferimento di embrioni, fatto che consente il posizionamento degli embrioni nella cavità uterina in condizioni più naturali .

Abbiamo un’ampia e lunga esperienza nella scissione del ciclo, mediante la crioconservazione programmata degli embrioni e il loro trasferimento in un secondo momento.

Raccomandiamo con attenzione il numero di embrioni da trasferire, sottolineando in particolare la scelta di trasferire un solo embrione.

Ci concentriamo su donne che hanno un'alta probabilità di iperstimolazione, sulla base della loro anamnesi, ovaie policistiche o qualche precedente tentativo di fecondazione in vitro con la produzione di un elevato numero di ovociti.

Utilizziamo un programma estremamente efficiente di crioconservazione degli embrioni, che consente la scissione del ciclo di trattamento FIV in due fasi, una per il prelievo degli ovociti e una per il trasferimento degli embrioni il mese successivo, con crioconservazione provvisoria degli embrioni che creiamo. Ciò riduce al minimo l'eventualità di iperstimolazione ovarica.

L'efficacia della scissione del ciclo è particolarmente elevata e spesso maggiore delle probabilità di completare il trattamento nello stesso ciclo.

Insistiamo sulla consulenza tempestiva in merito alla probabilità di gravidanza multipla e sui maggiori rischi che si registrano in questo caso.

Tentativi ripetuti di fecondazione in vitro ma senza risultato.


Offriamo il massimo supporto psicologico possibile.

Informiamo sulle probabilità di gravidanza in un eventuale nuovo tentativo, basandoci su quanto avvenuto in precedenza.

Prestiamo grande attenzione al controllo eseguito e formuliamo proposte per ulteriori controlli ed esami che possono aumentare le probabilità di successo.

Il fulcro dei nostri servizi di consulenza è l’impegno per esami diagnostici e protocolli terapeutici riconosciuti a livello internazionale, con documentazione inconfutabile.

Informiamo inoltre circa i trattamenti empirici che possono essere applicati, dopo un'analisi dettagliata dei loro parametri positivi e negativi.

Insistiamo in particolare sulla scelta di un ciclo da seguire nel tentativo futuro, sulla preparazione dell'endometrio, sulle condizioni di laboratorio della fecondazione e della coltivazione degli embrioni e, infine, sulla tecnica di trasferimento degli embrioni.

Azoospermia

Utilizziamo il metodo di biopsia testicolare più avanzato, il micro-TESE, che ha le maggiori probabilità di rinvenire spermatozoi nel maschio affetto da azoospermia.

La percentuale di fecondazioni riuscite con spermatozoi ottenuti dalla biopsia testicolare supera il 50%.

Abbiamo una equipe scientifica altamente specializzata ed esperta di embriologi clinici e urologi specializzati in andrologia e infertilità.

L'esperienza della nostra equipe scientifica in azoospermia supera i 1000 casi di biopsie testicolari.

Embryolab è un'unità di riferimento per questioni legate all’azoospermia e per la biopsia testicolare, in Grecia e all'estero.

il sogno di una vita sta per diventare realtà

Rispondiamo a tutte le domande.
Non esitare, chiedi!

Ho 40 anni e sono sposata da 3. Stiamo cercando di avere un bambino ma senza successo e penso all’inseminazione intrauterina, ma ho sentito che ha bassi tassi di successo. Forse in questo modo perdo altro tempo?
Il metodo dell'inseminazione intrauterina è stato utilizzato dall'inizio della riproduzione assistita con varie varianti. Può offrire percentuali di successo migliori rispetto al concepimento naturale, soprattutto nelle coppie che non presentano gravi problemi ma è inferiore, in modo significativo, rispetto alla fecondazione in vitro. Inoltre, prima di ricorrere all'inseminazione intrauterina, devi sapere che, affinché essa possa dare risultati, ci devono essere alcuni presupposti come che le tube di Falloppio siano "aperte" e che lo spermiogramma sia soddisfacente. Quindi se tu e tuo marito avete questi presupposti, potete provare per un po’ di tempo con questo metodo. Dal momento però hai già 40 anni, questo periodo deve essere breve. Per questo motivo, suggeriamo dopo uno o due tentativi infruttuosi, di non scoraggiarti, ma di procedere alla fecondazione in vitro. In questo modo non avrai perso tempo, ma avrai utilizzato tutti gli strumenti che la tecnologia moderna offre per la procreazione assistita.
Ho 41 anni e mio marito 42. Da due mesi cerco di rimanere incinta. Ha senso passare direttamente a un programma di FIV?
Molte coppie si chiedono quando cercare aiuto per la procreazione assistita. Per quanto riguarda il tuo caso, è ovvio che non sia da escludere il concepimento naturale. Certamente però il più importante predittore sia del concepimento naturale sia del successo della fecondazione in vitro è l'età della donna, poiché la probabilità di gravidanza si riduce significativamente dopo i 40 anni. Per questo motivo, ti suggerisco di sottoporti a una valutazione iniziale presso Embryolab. Una semplice serie di esami per te e tuo marito possono delineare il vostro profilo riproduttivo. Tendendo presente questi dati, un ginecologo specializzato nella medicina della riproduzione, preparerà un piano d'azione in modo che non perdiate tempo.
Sono rimasta incinta al primo mese di rapporti non protetti, ma si è trattato di aborto mancato alla VI settimana. Sono passati 4 mesi dal raschiamento. Cosa mi consiglia? Fare esami? Ho paura del prossimo tentativo.
Mi rendo conto della tua preoccupazione per la prossima gravidanza dopo l’esperienza di un aborto mancato. Devi sapere che non è raro e che tra il 10-25% delle gravidanze clinicamente riconosciute non andrà a termine. Sappi però che il 90% delle donne che hanno avuto un aborto mancato, avranno una successiva gravidanza riuscita e un bambino sano alla fine. Suggerisco di continuare i tentativi, senza esami per il momento, e cerca di non preoccuparti. Se il fatto si ripete alla prossima gravidanza, dovresti visitare il tuo medico o un centro specializzato per chiarire la causa e trovare una soluzione al problema.