Embryolab Κέντρο Εξωσωματικής Γονιμοποίησης

Trattamenti


La qualità dell’ovocita svolge un ruolo determinante.

A Embryolab applichiamo protocolli terapeutici personalizzati, in base alle esigenze specifiche di ogni donna.

Ho fiducia nella conoscenza e nell’esperienza

Induzione dell’ovulazione multipla


L'ovulazione multipla viene indotta con un'appropriata stimolazione farmacologica ed è una procedura breve e sicura.

A Embryolab vengono applicati protocolli di stimolazione personalizzati che mirano a raccogliere ovociti di elevata qualità.

Crioconservazione programmata di embrioni e il loro trasferimento in un ciclo successivo (EFA)

La conservazione programmata di embrioni e il loro trasferimento in un ciclo successivo vengono eseguiti con indicazioni specifiche nell'applicazione del trattamento personalizzato per ciascuna coppia.

Ovulazione in ciclo naturale

Nei casi in cui è controindicato l'uso di medicinali, raccogliamo gli ovociti nel ciclo naturale della donna.

Rispondiamo a tutte le domande.
Non esitare, chiedi!

sospendendoli per far riprendere il corpo, c'è possibilità di gravidanza? Se no, quando vengono le prime mestruazioni?
L'assunzione di pillole contraccettive garantisce sicurezza nel 98% dei casi durante il loro utilizzo. Dopo l’interruzione però, il loro effetto cessa. Quindi nel ciclo che segue l’interruzione, c'è la possibilità di una gravidanza. Ricorda inoltre che le pillole contraccettive sono un modo ormonale di soppressione del meccanismo che regola la funzione ovarica. Il periodo in cui la funzione ovarica si riprende dopo aver sospeso le pillole varia e può raggiungere i 60 giorni. Quindi ti suggerisco di aspettare che la funzione ovarica recuperi e di avere le mestruazioni. Ma se la situazione persiste, dovresti consultare il tuo medico.
Vorrei avere alcune informazioni sulla fecondazione in vitro in un ciclo naturale.
L'integrazione del ciclo naturale nei protocolli FIV ha ottenuto molto successo negli ultimi anni. In questa procedura, monitoriamo la prima metà del ciclo della donna senza interferire con farmaci e terminiamo con il prelievo degli ovociti quando le condizioni sono adatte a innescare la maturazione dell'ovulo. Segue la fecondazioni in laboratorio e il trasferimento degli embrioni. In alternativa, vi è la possibilità di crioconservare l'embrione al fine di raccoglierne un numero specifico per aumentare le probabilità di successo. Per quanto possa sembrare allettante la fecondazione in vitro in un ciclo naturale, poiché si evita l'uso di medicinali, non dobbiamo dimenticare che presenta anche alcuni svantaggi. È una procedura che potrebbe richiedere tempo per dare i propri frutti, il che la rende lunga in termini di tempo e molte volte logorante per la coppia. Inoltre, senza l'uso di farmaci, c'è sempre il rischio di non ottenere ovociti al termine o che non sia possibile stabilire l'ovulazione naturale, fatto che spesso crea molto stress per la coppia. La FIV in un ciclo naturale è uno strumento utile che tuttavia non si addice a tutti. Un ginecologo specializzato nella medicina della riproduzione può consigliarti se è appropriata per te e aiutarti a prendere la decisione giusta.
Per la FIV è necessario fare il controllo preimpianto o deve essere fatto solo quando i genitori hanno una malattia ereditaria?
Il controllo preimpianto è uno degli strumenti a nostra disposizione nella riproduzione assistita per aiutare le coppie che ne hanno bisogno; deve essere eseguito quando ci sono indicazioni specifiche e non in tutti indifferentemente. Infatti viene utilizzato in coppie con una malattia ereditaria per accertare la condizione degli embrioni. In questo caso si effettua la diagnosi genetica preimpianto (PGD) in cui si cercano specifiche patologie genetiche come la talassemia e la fibrosi cistica, al fine di trasferire nell'utero solo gli embrioni sani. Il controllo preimpianto (preimplantation genetic screening – PGS) può tuttavia aiutare anche altre coppie: coppie con aborti spontanei ricorrenti o ripetuti tentativi infruttuosi, ma anche in donne in età riproduttiva avanzata possono trarne benefici, controllando che gli embrioni non presentino anomalie cromosomiche. Il nostro obiettivo è ancora una volta quello di trasferire solo embrioni sani per aumentare le probabilità di successo.