Programma di donazione – Embryolab IT
Programma di donazione

  • La donazione viene effettuata solo da donatori e donatrici compatibili, sottoposti a rigorosi controlli.
  • Nella scelta dei donatori si tiene conto sia delle caratteristiche fenotipiche dei riceventi sia dei gruppi sanguigni.
  • Un approfondito screening genetico massimizza la possibilità di avere un bambino sano.

    Embryolab è una delle poche unità in Europa e l'unica in Grecia ad applicare la valutazione psicologica utilizzando il test psicometrico MMPI-2.

  • chi ha detto che non è possibile?

    Donazione di ovociti


    La donazione di ovociti garantisce i più alti tassi di successo per le donne che:

    • affrontano menopausa prematura
    • hanno affrontato ripetuti tentativi di FIV, falliti
    • hanno avuto aborti spontanei in precedenza
    • hanno ovuli di bassa qualità
    • hanno una anamnesi di malattie ereditarie

    Come vengono esaminate le donatrici?

    Le donatrici che partecipano al Programma di donazione di Embryolab, hanno fino a 32 anni, sono sane, di bell'aspetto, senza una anamnesi medica o ereditaria di rilievo. Le caratteristiche esterne (colore dei capelli, colore degli occhi, altezza, peso) sono registrate e prese in considerazione nella scelta di una donatrice adatta a ciascuna destinataria.

    L’esame delle potenziali donatrici avviene in 5 livelli:

    Informazione: La potenziale donatrice viene informata sui requisiti del regime farmacologico che dovrà seguire, sulla procedura di prelievo degli ovuli, sui potenziali rischi e sul quadro legale.

    Solo il 40-50% delle potenziali donatrici supera con successo le 5 fasi della valutazione e viene registrato nell'elenco delle donatrici di Εmbryolab.

    Qual è il quadro giuridico vigente in Grecia?

    Il quadro giuridico per la donazione di ovociti ed embrioni in Grecia afferma che:

    • destinatarie della donazione possono essere donne fino ai 50 anni di età
    • la donazione deve avvenire su base anonima

    prima dell'inizio della procedura, sia la donatrice e sia la destinataria firmano i moduli di consenso relativi, come prescritto dalla legge.

    La legislazione ellenica garantisce la riservatezza della procedura della donazione di ovociti sia per la donatrice sia per la destinataria.

    Storia personale: per ogni potenziale donatrice viene compilata una anamnesi molto dettagliata sul suo passato, sullo stile di vita, sulla sua famiglia e sul suo livello di istruzione.
    Esami medici: le potenziali donatrici vengono sottoposte a una serie di esami ematologici e genetici per determinare la loro buona salute fisica e riproduttiva. Questi esami riguardano:
    • malattie infettive (Epatite Β, Epatite C, VDRL, HIV I&II)
    • gruppo sanguigno e Rhesus
    • analisi del sangue
    • esame per la talassemia
    • test per la fibrosi cistica
    • esame ormonale
    • test del meccanismo di coagulazione del sangue
    • test pap
    Infine, sono sottoposte all'esame ecografico della vagina per determinare la corretta posizione e funzione delle ovaie.
    Screening genetico:

    lo screening genetico di tutte le potenziali donatrici è una parte molto importante dell’indagine presso Embryolab. Lo scopo del programma di screening genetico è di massimizzare la probabilità di ottenere un bambino sano per coloro che si rivolgono al programma di donazione di ovociti ed embrioni.

    Come parte del programma di screening genetico, tutte le potenziali donatrici di ovociti devono seguire questi passaggi:

    Passaggio 1: Colloquio personale

    In questa fase un consulente in genetica specializzato ricava dalla potenziale donatrice una dettagliata storia familiare, a conferma della buona salute sua e del suo immediato ambiente familiare. Potenziali donatrici con una storia familiare di malattie cardiovascolari, tumore e diabete sono escluse dal programma di donazione.

    Passaggio 2: Analisi del cariotipo su sangue periferico

    L’esame del cariotipo di tutte le donatrici fa parte dello screening genetico di base. Qualora risulti che le potenziali donatrici sono portatrici di una qualche alterazione cromosomica, esse vengono immediatamente escluse dal programma di donazione di ovociti.

    Passaggio 3: Esame per la presenza di malattie monogeniche frequenti

    La talassemia e la fibrosi cistica sono le due malattie monogeniche più comuni presenti nella nostra popolazione. Il controllo di tutte le potenziali donatrici per queste 2 patologie ereditarie fa parte dello screening genetico di base. Le potenziali donatrici che sono portatrici di talassemia o fibrosi cistica sono immediatamente escluse.

    Screening genetico aggiuntivo

    Per i soggetti portatori di altre malattie genetiche come l'anemia di Fanconi, la malattia di Tay-Sachs, la sidrome dell’X fragile e l'emofilia, è possibile escludere la possibilità che nasca un bambino affetto, mediante screening genetico aggiuntivo.

    Screening genetico per mutazioni rare

    Ogni persona può essere portatrice di alcune rare mutazioni. La probabilità che si manifestino tali malattie genetiche rare è estremamente rara e si può verificare solo se sia lo spermatozoo sia l'ovulo portano la stessa mutazione. La possibilità di un esteso screening genetico della potenziale donatrice per controllare l'esistenza di tali rare mutazioni, aumenta ulteriormente la sicurezza del programma di donazione e la probabilità di ottenere un bambino sano.

    Valutazione psicologica:

    Embryolab ha sviluppato un modello di valutazione della salute mentale di tutte le potenziali donatrici. L'obiettivo di questo programma è fornire il massimo livello di sicurezza alle coppie che si rivolgono ai Programmi di donazione.

    L'intera procedura è eseguita da uno psicologo clinico specializzato e si compone di due fasi:

    • l'intervista con lo psicologo clinico. In questa fase, la potenziale donatrice risponde a domande riguardo alla storia personale, familiare e all’anamnesi medica.
    • la valutazione psicometrica della personalità. Questo particolare test, noto come "MMPI-2 Minnesota Multiphasic Personality Inventory", è riconosciuto a livello mondiale come il test della personalità più autorevole e affidabile. Ogni potenziale donatrice completa l’apposito questionario multifase, per poterne accertare la sincerità e la buona salute mentale.

    La combinazione dell'intervista personale e del questionario MMPI, illustra nel modo più affidabile la psicosintesi della persona e gli aspetti della sua personalità e consente una valutazione più sicura dell'idoneità delle donatrice a partecipare al programma di donazione di ovociti.

    Embryolab è una delle poche unità in Europa e l'unica in Grecia ad applicare la valutazione psicologica utilizzando questo particolare test psicometrico.

    Qual è il quadro giuridico vigente in Grecia?

    Il quadro giuridico per la donazione di ovociti ed embrioni in Grecia afferma che:

    • destinatarie della donazione possono essere donne fino ai 50 anni di età.
    • la donazione deve avvenire su base anonima

    prima dell'inizio della procedura, sia la donatrice e sia la destinataria firmano i moduli di consenso relativi, come prescritto dalla legge.

    La legislazione ellenica garantisce la riservatezza della procedura della donazione di ovociti sia per la donatrice sia per la destinataria.

    Donazione di liquido seminale


    Embryolab collabora con banche dello sperma accreditate all’estero, dove i donatori vengono esaminati con criteri rigorosi, sia per la loro fertilità sia per la loro salute fisica e mentale. Tutti i campioni sono accompagnati dai certificati medici dei donatori.

    ho fiducia nella conoscenza e nell’esperienza

    Donazione di embrioni


    Per le coppie e le donne che necessitano di donazione di ovociti e di liquido seminale, Embryolab gestisce un programma di Donazione di embrioni, da donatori e donatrici sottoposti a controlli.

    Rispondiamo a tutte le domande.
    Non esitare, chiedi!

    Come faccio per diventare donatrice di ovociti?
    Affinché una donna diventi donatrice di ovociti, deve soddisfare le seguenti condizioni e criteri:
    • Età: 18-30
    • Deve essere sana di corpo e di mente
    • Esami medici necessari: esami ematologici, urologici, per malattie trasmissibili (epatite B e C, HIV, sifilide, ecc.), esami ginecologici (Test pap, tampone vaginale).
    • deve aver precedentemente firmato tutti i documenti legali pertinenti di consenso alla donazione
    • deve aver superato il test di personalità

      Procedura per il prelievo degli ovociti:

      se la potenziale donatrice viene ritenuta idonea, inizia un trattamento di stimolazione ovarica (per circa 10-12 giorni), al fine di sviluppare i follicoli. Quando le loro dimensioni sono soddisfacenti (fino a 18 mm), si svolge il prelievo degli ovociti. La durata della procedura è di circa 10 minuti e sempre sotto leggera sedazione. Le donatrici di ovociti di solito si riprendono dopo 30-60 minuti e possono proseguire il loro consueto ritmo di vita.

      Le donatrici di ovociti non corrono alcun rischio, poiché le probabilità di una loro gravidanza in futuro rimangono inalterate.

    Posso fare la FIV con ovuli di un’altra donna. Il bambino però prenderà elementi anche dal mio DNA?
    È un dato di fatto che la donazione di ovuli ha aiutato molte donne a provare la gioia della gravidanza e della maternità. In questo caso verranno utilizzati gli ovuli di una donatrice idonea e gli spermatozoi del tuo partner. Questo significa che l’embrione non prenderà materiale genetico da te. Tuttavia, la vita all’interno dell’utero influenza l’embrione in modo significativo. Ricerche hanno dimostrato che l'ambiente uterino determina la salute di una persona fino all'età adulta. D'altra parte, il bambino ovviamente prenderà elementi del tuo carattere, poiché la nostra personalità si forma con la crescita e non è geneticamente definita. Per questo motivo, penso che tu debba prestare maggiore attenzione alla scelta del Centro di procreazione assistita per essere certa che venga eseguito il necessario controllo genetico e psicologico della donatrice. A Embryolab, il programma di donazione segue rigorose procedure di selezione e controllo.
    Dal momento in cui la FIV ha successo, il parto è sempre cesareo?
    Il modo in cui una donna partorirà non dipende dal modo in cui ha avuto luogo la fecondazione, ma dal corso della gravidanza, dall’esistenza o meno di complicanze o dal corso del parto stesso. Pertanto, il parto cesareo non è l’unica possibilità dopo la FIV. Per te è più importante avere un parto sicuro, sia naturale sia cesareo, e tornare a casa con un bambino sano.